+39 320.7954275

Sicilia

La porta del Mediterraneo


Descrizione

Benvenuti in Sicilia

terra di sole - mare - arte - cultura e natura

isola di luce e colori, terra mitologia e ricca di storia e tradizioni, terra contaminata da popoli provenienti da ogni dove e che ad ogni passaggio hanno lasciato testimonianze di ogni tipo e ricchezze uniche, usi ed abitudini. Isola in cui scoprire mare, monti, riserve, città d’arte e borghi antichi, vulcani, arcipelaghi incontaminati, terra controversa, tutta da scoprire.

Estremo sud d’Italia, lambita da 3 mari (Mediterraneo, Ionio e Tirreno), a due passi dall’Africa, dalla quale trae origine, la Sicilia è la regione più grande d’Italia e di tutto il Mediterraneo, con una superficie totale di 25.832,39 km² ed una popolazione di 5.100.000 abitanti circa; è nota anche come Trinakria (simbolo della regiore, derivante dalla sua forma triangolare i cui vertici sono Capo Passero a sud-est, Capo Peloro a nord-est e Capo Boeo a nord-ovest).

La Storia della Sicilia

La sua particolare collocazione geografica, molto strategica per gli scambi commerciali e per il controllo dell’intero Mediterraneo,  né ha condizionato profondamente la storia  sin dall’epoca Paleolitica. La Sicilia fu terra dei Fenici, dei Sicani, degli Elimi, dei Siculi, poi ancora colonia greca nel 735 a.C. Cinquecento anni dopo sono i Romani a conquistare l’isola ed è sotto il loro dominio che la Sicilia subisce la sua prima divisione in Province. Dopo la guerra gotico-bizantina del 552 d.C., viene inglobata nell’Impero Romano d’Oriente diventando provincia periferica dell’impero fino al IX secolo.

L’anno 827 d.C inaugura il meraviglioso periodo Arabo in Sicilia che caratterizzerà ed influenzerà l’intera regione sino ai giorni nostri. L’invasione araba della Sicilia parte da Mazara del Vallo ed arriva fino a Taormina e rappresenta l’inizio di un periodo d’oro per l’isola, periodo che porterà Palermo a diventare la capitale dell’Emirato Kalibi. Agli Arabi farà seguito un’altra popolazione che ha inciso notevolmente sulla storia siciliana, quella dei Normanni

Nel 1061 questi conquistano la Sicilia ma, a differenza di quanto fatto dalle precedenti popolazioni, non snaturano quello che gli ultimi dominatori hanno fatto ma si assiste quasi ad un processo d’integrazione che vede le due culture convivere e segnare ancora di più il destino dell’Isola. Successivamente, nel 1415, l’isola diventa dominio spagnolo facendola diventare vice-regno di Spagna (ne sono testimonianza le 4 statue dei vice-re spagnioli presenti sui 4 canti di Palermo), dominazione che termina nel 1713 per mano dei Savoia; con le rivoluzioni del 1848 cade il governo borbonico, sconfitto nel 1860 a Calatafimi da quello che viene denominato l’eroe dei due mondi, il generale Giuseppe Garibaldi. Nel 1894 vengono sconfitti anche i Fasci siciliani grazie a Crispi capo del Governo. Nel 1948 la Sicilia diventa Regione autonoma italiana acquistando la sua autonomia (parziale) dal governo nazionale che tutt'ora è in vigore.

La Sicilia per le vacanze:

Oggi la Sicilia è una delle mete preferite per i vacanzieri di tutto il mondo che scelgono questa grande isola per la variegata offerta turistica e per la calda ospitalità della gente siciliana. La regione offre diverse opportunità per ogni tipo di vacanza.

Generalmente il mare è quello che più attira i visitatori della Sicilia viste le tantissime spiaggie di sabbia dorata (tra cui spicca San Vito lo Capo più volte vincitrice del titolo di Spiaggia più bella d'Italia), o le incontaminate zone rocciose per continuare poi con le isole che costellano la costa siciliana e le splendide riserve naturali (Zingaro, Torre Salsa, Vendicari, Porto Palo di Capopassero, Ustica ecc...). Ma vista la sua millenaria storia che la contraddistingue, gli amanti dell'arte e della cultura non restano certamente a guardare grazie alle città d'arte più grandi come Palermo e Catania o ai centri storici più piccoli come Siracusa, Ragusa, Noto, Caltagirone, i famosi siti archeologici di Siracusa (teatro antico), Agrigento (valle dei templi), Selinunte e Segesta, ai meravigliosi borghi di Erice, Taormina, Cefalù, Avola ecc per citare solo una piccola parte dell'immenso patrimonio artistico di questa terra.

La Sicilia però sa anche incantare chi non ama prettamente il mare ma predilige le altitudini più elevate; ed ecco allora che si scopre quella parte della Sicilia che non ti aspetti, fatta di montagna e collina e l'offerta turistica anche in questo case è ampia e di qualità; si va dai più famosi parchi regionali (Parco delle Madonie, Parco dei Nebrodi, Parco dei Monti Sicani, Parco dell'Etna ecc...) con percorsi adatti agli scalatori più allenati alle meravigliose aree boschive che colorano di verde molte zone interne della regione, ideali per le escursioni naturalistiche o semplici passeggiate all'area aperta. Non mancano inoltre i bellissimi centri dell'entroterra dove scoprire la cultura siciliana e soprattutto la buona cucina tradizionale di questi luoghi antichi e ricchi di fascino.

I nostri consigli da Siculi:

Ciò che purtroppo lascia un po a desiderare in Sicilia sono le vie di comunicazione (strade e linee ferroviarie) ed i relativi mezzi vista anche la dimensione dell'isola e le distanze ampie distanze.

Il nostro consiglio, almeno per chi decide di trascorrere una vacanza in Sicilia di circa una settimana, è quello di scegliere innanzitutto una sola parte della regione tra quella orientale, quella centrale o quella occidentale e concentrarsi sulla parte preferita per ottimizzare i tempi di visita; inoltre, se avete intenzione di spostarvi molto durante la vostra permanenza, pensate all'opzione noleggio auto (sempre che non abbiate la vostra) che sicuramente è la soluzione ideale per girarla al meglio.

Per quanto riguarda la stagione, fortunatamente la Sicilia gode di un clima favorevole per quasi tutto l'anno (5-10 gradi in inverno nelle zone pianeggianti sotto 0 in quelle montane e punte massime di 35-40 gradi in estate nelle zone costiere) con sole presente per la gran parte dell'anno e pioggie concentrate per lo più nel periodo tra Dicembre e Marzo. Indubbiamente i periodi dell'anno migliori per visitarla sono quelli compresi tra la seconda metà di Marzo a la prima di Luglio (ottimi anche per chi vuole fare il bagno a mare) e da Settembre a Novembre (dove le giornate continuano ad essere soleggiate ma la temperatura dell'aria si assesta tra i 20 ed i 30 gradi); questi periodi inoltre sono ottimi perchè vi permettono di visitarla con più tranquillità senza l'eccessiva calca di turisti che affollano l'isola nei periodi di Luglio ed Agosto. 

 


Foto Gallery


Recensioni

Inserisci Recensione